Esperti di salute animale dal 1917
Prodotti unici, scientificamente provati
Consulenza qualificata
Phibro-Mastitis-Koe-hero-desktop

La mastite nelle bovine da latte

La mastite è una malattia che causa un'infiammazione grave della ghiandola mammaria e del tessuto della mammella delle bovine da latte. Di solito si sviluppa come risposta immunitaria a un'invasione batterica del canale del capezzolo ma anche come conseguenza di lesioni chimiche, meccaniche o da calore a carico della mammella. La mastite può manifestarsi come mastite clinica facilmente riconoscibile oppure nella forma subclinica con pochi sintomi o addirittura asintomatica. Questa pagina ha lo scopo di aiutare a comprendere meglio le difficoltà a cui gli allevatori di bovine da latte devono far fronte nel controllo della mastite. Per diagnosi e consulenza rivolgetevi sempre al vostro veterinario.

Su questa pagina:

DEFINIZIONI

Mastite

La mastite è un'infezione della mammella causata principalmente dall'ingresso di batteri. La mammella infetta produce latte di qualità inferiore e in minore quantità. Il rischio di sviluppare la malattia aumenta quando gli standard di stalla e lettiere sono inferiori alla media o quando non vengono rispettati gli standard di igiene raccomandati per la sala di mungitura. La comparsa della mastite può anche essere aggravata da una condizione di immunosoppressione.

I casi acuti possono essere fatali e, anche nei casi trattabili, c'è una significativa probabilità di danni permanenti a carico della mammella che comprometteranno non solo la lattazione in corso ma anche quelle successive.

SINTOMI

Come si riconosce la mastite clinica?

I sintomi più evidenti della mastite clinica sono a carico della mammella e sono gonfiore pronunciato, calore eccessivo, arrossamento e dolore. Nei casi più gravi, aumenta la temperatura corporea e il latte prodotto presenta un aspetto acquoso e può contenere fiocchi, grumi, pus o sangue.

Inoltre possono manifestarsi altri sintomi quali riduzione della produzione di latte, perdita dell’appetito, occhi infossati, riduzione della mobilità (dovuta al dolore alla mammella o semplicemente a malessere) e segni di diarrea e disidratazione.

Nei casi gravi di mastite clinica acuta l'animale può avere un aspetto molto malato. La mastite subclinica, invece, può non presentare anomalie immediatamente visibili e manifestare pochi sintomi al di là di una conta delle cellule somatiche più alta rispetto alla norma

Arnout Dekker

"L’igiene nella routine di mungitura, la gestione della stalla e delle lettiere e la riforma delle vacche con infezione cronica possono aiutare a limitare la portata della malattia, e anche una dieta efficace può essere di grande aiuto."

 

Arnout Dekker, Veterinario surgeon, Phibro

CAUSA ED EFFETTO

Che cosa causa la mastite in una vacca?

La causa principale di mastite è un’infezione batterica a carico del canale del capezzolo. Può anche essere causata da danni fisici, chimici o da calore a carico del tessuto mammario.

Un’igiene non accurata della sala di mungitura o delle cuccette è la causa di infezione numero uno: un impianto di mungitura che non viene sottoposto a pulizia e manutenzione adeguate è la fonte principale di infezione, e lo sono anche le cuccette sporche e umide.

 

Quali sono le conseguenze della mastite?

Una vacca affetta da mastite produce latte di qualità inferiore (conta delle cellule somatiche elevata) e può trasmettere l’infezione ad altre vacche. Le probabilità di recupero completo della mammella in un animale infetto sono ridotte, con conseguente riduzione nella produzione di latte per tutto il resto della lattazione in corso nonché nelle lattazioni successive. Nelle vacche colpite è probabile riscontrare anche una riduzione della fertilità e aumentano le probabilità di parto prematuro.

Il controllo e il trattamento della mastite rappresentano uno dei costi più elevati per il settore della produzione di latte ed è anche un fattore significativo per il benessere delle vacche da latte. Le perdite sono dovute a:

  • Necessità di scartare il latte
  • Riduzione della produzione di latte causata dalla malattia e dai danni permanenti alla mammella
  • Maggiore probabilità di sviluppare altre malattie
  • Effetti negativi sulla fertilità
  • Costi aggiuntivi di manodopera e cure veterinarie associati al trattamento delle vacche colpite
  • Riforma prematura e minore longevità
Paolo Bozzi

“La parte migliore del mio lavoro è aiutare gli allevatori. Ridurre l’uso di antibiotici nelle bovine da latte è uno dei miei obiettivi principali”

 

Paolo Bozzi, Dairy Technical Specialist, Phibro Italia

SOLUZIONI

Come potete ridurre i casi di mastite?

L’igiene nella routine di mungitura, l’adozione delle migliori prassi di gestione della stalla e delle lettiere e la riforma delle vacche con infezione cronica possono aiutare a limitare la portata della malattia, e anche una dieta efficace può contribuire.

Per una gestione e un controllo efficaci della mastite è necessario definire e mantenere rigidi livelli di igiene in tutte le fasi del regime delle vacche da latte al fine di garantire la pulizia e la salute dei capezzoli: una strategia da applicare non solo alle vacche in lattazione ma anche a vitelle e vacche in asciutta.

  • Le cuccette e le strutture a stabulazione libera devono essere il più pulite possibile, e la lettiera deve essere rinnovata regolarmente
  • La gestione della mandria deve essere effettuata in maniera scrupolosa e senza fretta per ridurre lo stress ed evitare che le vacche siano costrette ad avanzare troppo velocemente nelle aree in cui il fango potrebbe sporcare eccessivamente le mammelle.
  • L’impianto di mungitura deve essere sottoposto a una pulizia meticolosa e a controlli regolari per verificarne il corretto funzionamento e prevenire danni fisici ai capezzoli. Evitare la sovramungitura per proteggere la salute di capezzoli e mammella.
  • Monitorare anche le condizioni dei campi e dei percorsi delle vacche: l’eccesso di umidità o fango aumenta il rischio di infezioni della mammella o dei capezzoli attraverso il contatto con il suolo.

Scoprite come supportare la capacità di risposta immunitaria delle vacche da latte per una salute e una produttività ottimali.

Adviesgesprek

Valutazione del sistema immunitario della vostra mandria

Se vuoi saperne di più su come potremmo aiutarti a ottimizzare le prestazioni della tua mandria, inviaci il tuo numero di telefono e ti ricontatteremo entro tre giorni lavorativi per fissare una data per un appuntamento telefonico o un incontro faccia a faccia per discutere dei seguenti punti:

1

Analisi della situazione attuale

Lavoreremo insieme per comprendere lo stato attuale della tua mandria e per individuare le aree di miglioramento.

2

Definizione di un piano d’azione

Ti indicheremo le aree in cui è possibile apportare dei miglioramenti e ti spiegheremo in che modo i nostri prodotti possono aiutarti a raggiungere il pieno potenziale per la tua mandria.

3

Valutazione

Effettueremo un'analisi dettagliata per assicurarci che le modifiche introdotte stiano funzionando in maniera efficace e, ove necessario, ti forniremo ulteriore assistenza e consulenza per favorire il continuo miglioramento della tua mandria.
RICHIEDI UNA VALUTAZIONE DELLO STATO IMMUNITARIO RICHIEDI UNA VALUTAZIONE DELLO STATO IMMUNITARIO